1ª prova Serie A – tappa interlocutoria

Si torna in pedana dopo troppo tempo e si vede: errori e sbavature generalizzate commesse anche dalle migliori. La lontanza dalle competizioni che non siano prove pedana varie si nota sopratutto nella capacità di gestione dell’errore: in tante non hanno recuperato una buona esecuzione dopo la penalità.

La rodata formazione della Terranuova è incappata in una giornata negativa:ultima posizione in classifica che non le si addice. Ultime posizioni anche nella classifica di specialità a palla, clavette e nastro. Il capitano non si è ripreso da un banale errore. Si salva da una prestazione sottotono Valentina Colombo.

La Raffaello Motto esce in pedana per prima, concentrata e attenta ma non basta: se si ambisce al podio bisogna fare ancora meglio. Chiara Puosi ammirevole considerata l’eta. Dopo tanto tempo cambia la musica dell’esercizio a clavette di Vignolini che da Umberto Tozzi passa a Whitney Houston  con la continuità di alcuni elementi sono rimasti.

Classifica A1

In A2 buon quinto posto per la Falciai . Si sente la mancanza giustificata in squadra di Chiara Badii. Bello l’esercizio di  Papini al nastro che conquista il secondo posto in classifica di specialità: significativo il sorriso di compiacimento di Chiara a termine esercizio.Continuità per Romei e Ferrari.

Il dopo Emma Margheri, Gaia Di Trapani e Chiara Badii richiede il ricorso ai prestiti; se provengono dalla Motto si va sul sicuro.

Rifondazione Petrarca. Nuovo anche lo staff tecnico .Sono lontani i tempi di Vilucchi, Fioravanti, Massetti etc.. Forse la Serie B avrebbe dato tempo al tempo. Tre delle quattro ginnaste schierate oggi sono prestiti dalla Virtus Giussano; iscritte al campionato ci sono ulteriori due prestiti da Cec Livorno. 

Classifica A2

 

 

 

 

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Tutte le formazioni delle squadre di Serie A e Serie B Successivo Serie B - Partono bene le squadre toscane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.